1 2 3 4
Pontifex_it Una società che non accoglie la vita smette di vivere. I figli sono la speranza che fa rinascere un popolo!… https://t.co/RL6Up9mFHl
6hreplyretweetfavorite
Pontifex_it Se le famiglie non sono al centro del presente, non ci sarà futuro; ma se le famiglie ripartono, tutto riparte. #Natalità #SGDN
6hreplyretweetfavorite
Pontifex_it La nostra vita e la storia del mondo sono nelle mani di Dio. Al Cuore Immacolato di Maria affidiamo la Chiesa, noi… https://t.co/O7VbIK43dW
Pontifex_it La solennità dell’#Ascensione orienta il nostro sguardo verso l’alto, oltre le cose terrene. Allo stesso tempo, ci… https://t.co/i57n6SYSr7
Pontifex_it Pregare non è facile. Ogni volta che vogliamo farlo, ci vengono in mente tante altre attività che appaiono più urge… https://t.co/NNpDLKopl7
SilvioDissegna Proclamazione della venerabilità di #SilvioDissegna con l'Arcivescovo Mons. Cesare Nosiglia domenica 13 settembre http://t.co/Qr4YNikDFT
SilvioDissegna Questa mattina, su @TV2000it servizio su #SilvioDissegna. "Fare in modo straordinario le cose ordinarie" http://t.co/K1oHJo93zU
SilvioDissegna Lunedì 5 gennaio, dalle 10 alle 11 a "Uno Mattina" su Rai 1, andrà in onda un servizio su #SilvioDissegna
SilvioDissegna RT @sacra_famiglia: Un bambino “venerabile”: Silvio Dissegna http://t.co/jgxmVbiNhs
SilvioDissegna RT @lucisullest: Riconosciute le virtù eroiche di Silvio Dissegna, piemontese, 12 anni http://t.co/HrYM1emARy via @@CiaoKarol

A tutti gli amici e amiche del Venerabile Silvio Dissegna, giunga l’augurio di una bella e buona Pasqua nel Signore Risorto! Non perdiamo la fiducia nel Signore in questi giorni faticosi ma così luminosi perché la vita pasquale ci è continuamente donata dal Risorto. Silvio diceva: “Ecco un’altra tappa della mia salita al Calvario. Sono giunto in cima con Gesù, ma dopo c’è la risurrezione” (Giugno 1979). Ecco il traguardo: la risurrezione! Siamo fatti per la Pasqua e la vita piena. Tu Silvio, che hai raggiunto la meta, intercedi per noi! Buona Pasqua!

E' uscito il nuovo bollettino di Silvio! Agli abbonati arriverà per posta oppure si può scaricare e leggere, con i numeri precedenti, nella sezione "Pubblicazioni" cliccando, nel sito, in alto a destra oppure qui di seguito:

Bollettino Marzo 2021

Sono trascorsi già quarantuno anni dalla morte di Silvio, ma ogni anno sembra più vivo il suo richiamo al vero significato della vita, che si compie nelle nostre quotidianità.

In molti abbiamo smarrito il senso del vivere, o meglio, abbiamo molta confusione al riguardo.

Oggi si vive principalmente per un ricco conto in banca, un posto di lavoro prestigioso, vacanze da sogno, una fama spicciola da mass media, applicazioni sui cellulari che proiettano ad una vita assolutamente irreale, pilotata per fini di lucro o di potere e, se anche raggiungessimo tutte queste cose, alla fine, non avremo che senso di vuoto e smarrimento.

I rapporti sociali sono principalmente virtuali, lasciando spazio alla fantasia più che alla realtà.

“Col Natale si ricorda la venuta di Cristo, per salvare gli uomini dal peccato originale e per condurci da Dio suo Padre”. Con le parole di Silvio, ci auguriamo un Buon Natale, nel Signore Gesù, perché ci conduca all’amore di Dio papà. La preghiera e intercessione, del Venerabile Silvio, ci accompagni nel nuovo Anno, perché sia pieno di vita nuova e di speranza rinnovata.

Giovedì 22 ottobre, dalle 10,00 alle 11,00, su radio Oreb  (radio della Diocesi di Vicenza), nella trasmissione sui Santi giovani, presentazione del Venerabile Silvio Dissegna,  con testimonianze.

Per ascoltare in diretta www.radioreb.org Buon ascolto!

Continuiamo a pregare Silvio e affidargli persone ammalate e bisognose di preghiera.

Dalla tomba del Venerabile, nella chiesa di Poirino, vi affidiamo tutti e tutte alla sua intercessione!

Celebriamo la festa del Venerabile Silvio Dissegna, che in questo giorno, è nato alla vita di Dio. Lo ha incontrato ed ha vissuto la sua pasqua, e ora vive nel suo abbraccio per sempre! Lo invochiamo e chiediamo la sua preghiera per tutti i suoi “devoti”, per chi si affida alla sua intercessione e in modo particolare gli affidiamo i bambini, i ragazzi, agli adolescenti e i giovani che vivono esperienze di fatica, di dolore, di lutto, di malattia o che devono fare delle scelte importanti.

“Nel cammino del dolore di Silvio alla fine, in piena consapevolezza, si sente configurato a Gesù morente sulla Croce, e intende riviverne la solitudine, il silenzio, l’immolazione. Siamo alle vette dell’eroismo: accettazione e sopportazione del male, in piena lucidità e serenità, per diventare testimonianza della redenzione universale di Cristo crocifisso. I riferimenti abbondano e lasciano intravedere l’interiorità di un adolescente che ha lasciato spazio alla grazia e alle luci dello Spirito Santo, entrando per la “porta stretta” (Mt 7,13) del Vangelo” (Don Luigi Castano, Salesiano)

Buona festa, a tutti e tutte nella compagnia di Silvio!

Tratto da: https://www.diocesi.torino.it/

La comunità poirinese celebra, domenica 27 settembre 2020, il 41° anniversario della morte del venerabile Silvio Dissegna, suo concittadino, che un terribile cancro osseo ha portato via all’età di 12 anni. Da quasi un anno le spoglie mortali di Silvio riposano nella chiesa parrocchiale di S. Maria Maggiore in Poirino ed ogni giorno c’è chi si ferma davanti alla sua tomba per una preghiera, per scrivere un pensiero o per invocare la sua intercessione e ottenere una grazia dal Signore. E gli «amici» di Silvio in questi anni sono diventati tantissimi e Silvio è conosciuto e amato anche in moltissimi paesi del mondo, poiché la sua storia ha dell’incredibile.

Abbiamo iniziato il mese di settembre, in cui cade la festa del Venerabile Silvio; giorno della sua nascita al cielo, avvenuta il 24 settembre. Ci prepariamo alla festa con alcuni scritti, che ci aiutano a conoscere, incontrare e pregare Silvio.

Silvio Dissegna nasce il 1° luglio 1967 a Moncalieri (TO).

I genitori si impegnano subito a dargli una educazione veramente cristiana.

Ha pochissimi anni, quando già fa tutto per far piacere e rendersi utile ai suoi cari ed agli amici con cui gioca. Qualche volta, non ci riesce e ne soffre assai non tanto per sé, ma per gli altri che vuole far contenti.